Il tempo e il fiume

IL TEMPO E IL FIUME (come per Borges)   “Guardare il fiume che è di tempo e acqua e pensare che il tempo è un altro fiume, sapere che ci  perdiamo come il fiume e che i volti passano come l’acqua” Pensare al mio fiume che è di tempo ed acqua vivere sognando sul fiume … [Continua…]

Esaltanti solitudini

ESALTANTI SOLITUDINI (da “Trote e Mosche in Acque Veloci” di Roberto Pragliola) – Ormai ne ero certo: avevo perso il sentiero. Pensando di far prima avevo abbandonato il torrente e preso quel tracciato che ben presto si era dissolto.

Il Maestro

IL MAESTRO Liberamente tratto e adattato dal film di Robert Redforf “The Legend of Bagger Vance” di Roberto Picchiarati – – Dopo aver lungamente osservato l’allievo che esercitava con passione la mano nella bellezza del gesto e l’occhio alle forme della coda, il Maestro abbandonò la sua seduta e avvicinatosi, con queste parole gli si rivolse … [Continua…]

Dietro la curva

DIETRO LA CURVA (da “Trote e Mosche in Acque Veloci” di Roberto Pragliola) Ogni volta che risalgo un torrente e viene il momento del ritorno, dico a me stesso di arrivare fino alla prossima curva e poi smettere. Lo dico ma poi non lo faccio mai, perché subito dopo ne vedo un’altra e poi un’altra … [Continua…]

Non ne vale la pena

NON NE VALE LA PENA (da “Trote e Mosche in Acque Veloci” di Roberto Pragliola) Aveva insistito tanto e da lungo tempo, così alla fine avevo acconsentito. Partimmo presto, e prima di iniziare a pescare ci lasciammo alle spalle un lungo tratto di torrente. Risalimmo per gole, brevi pianori e pareti di roccia. Bevemmo l’acqua del torrente … [Continua…]

La voce di Zeus

LA VOCE DI ZEUS (storia di uomini, canne e dei ) di Roberto Picchiarati – – –Avevo trascorso due giorni a provare  quel lancio ed ero infine arrivato ad eseguirlo  anticipando la flessione del polso e compensandola con un riallineamento del gomito  . Osservando lo svolgimento del loop cercavo di associare dimensioni e angolazioni dei … [Continua…]

Passione ed Emozione

PASSIONE ED EMOZIONE (brano tratto da “Magia sull’Acqua” di Roberto Pragliola, per gentile concessione della casa editrice Hoepli, Milano). – Un’estate ho frequentato varie volte di seguito un no-kill. Più che una scelta fu una costrizione, poiché a monte una diga scaraventava giù acqua tutte le mattine sporcando il fiume per l’interagiornata. Era pescabile quasi … [Continua…]

L’Aquila

L’AQUILA di Roberto Pragliola (pubblicato su Trote e Mosche) Fra rocce aguzze come artigli, fra quella stenta vegetazione che sopravviveva infiltrandosi tenacemente in tutte le screpolature, sotto un sole che mi piombava dall’alto implacabile, mi guardai intorno attraverso due palpebre sottili come lame assaporando fremente quel paesaggio di spietata bellezza. Ero arrivato dove pochi osavano

La Pesca

LA PESCA di Roberto Pragliola – – La bollata è improvvisa. C’è qualcosa che ti appartiene in quel movimento. E allora monti la canna, il mulinello e il finale. Poi scegli la mosca. Usi gli stessi gesti di sempre, provando le stesse sensazioni mai cancellate o scalfite dal tempo. I falsi lanci sono pochi, rapidi, sicuri. … [Continua…]

La Bollata

LA BOLLATA di Roberto Pragliola (pubblicato su Trote e Mosche) – – Intorno avevo solamente roccia e cielo. L’abbagliante fondale di marmo di quel torrente delle Alpi Apuane, i cui picchi penetravano come rostri eterei spiriti, rifletteva nettamente l’ombra di una pallida effimera. Nella sua cristallina trasparenza l’acqua pareva quasi non esistere. Lassù, ai limiti di … [Continua…]